• SPAZIO CREMA

    CULTURA CRESCITA TRASFORMAZIONE

  •  

     

     

     

     

     

     

    Cibo e cultura per la prima volta a Palazzo Crema.

    La Fondazione Carife mette a disposizione della città

    uno spazio dove far convergere eventi che uniscono

    cultura e cibo del nostro territorio

     

    Palazzo Sacrati Muzzarelli Crema fu eretto verso la metà del 1400 su progetto dell'architetto Brasavola.

    Nel cortile si può ammirare una suggestiva loggia rinascimentale e una scala, tra le più antiche di Ferrara,

    riscoperta con i lavori di restauro del palazzo negli anni Ottanta

     

     

     

     

     

  • PROGRAMMA 2019

    Iniziative gratuite e aperte al pubblico presso Palazzo Crema in via Cairoli 13, Ferrara

    Presentazione volume: "Il Passeggiere disingannato. Guide di Ferrara in età pontificia"

    Mercoledì 5 giugno alle ore 17,30

    Il volume raccoglie gli atti del convegno, tenutosi ad ottobre 2017, dedicato alle Guide di Ferrara in età pontificia ed è edito da "Le Lettere" di Firenze. Verrà presentato dalla Prof.ssa Chiara Guerzi, storica dell'arte, e dall'Arch. Michele Pastore, Presidente della Ferrariae Decus. Introdurrà la conversazione il Prof. Ranieri Varese, curatore del volume.

    ApeRiccio. Evento per raccolta fondi organizzato da AIS Ferrara

    Cortile del palazzo, sabato 1 giugno, dalle ore 17,30 alle 20,30

    Evento organizzato dalla Associazione Italiana Sommelier, delegazione di Ferrara, per raccogliere fondi a sostegno del Centro Recupero Ricci "La Ninna" a Novello (CN) e per AVEDEV - canile di Ferrara. Partecipa la Scuola Elementare "A. Costa" di Ferrara, con elaborati prodotti dai bambini nel corso di un progetto di sensibilizzazione verso i ricci e che verranno esposti al pubblico.

    Ludovico Mazzolino: La strage degli innocenti della Collezione Doria Pamphilj di Roma

    Mercoledì 29 maggio alle ore 17

    Partendo dall'analisi di uno dei capolavori di Ludovico Mazzolino - la Strage degli innocenti della Galleria Doria Pamphilj di Roma - verranno presentati i vari aspetti della personalità artistica di uno dei protagonisti della pittura ferrarese del Cinquecento, anche in vista della prossima pubblicazione della monografia sul pittore a cura del relatore.

    Mercoledì 29 maggio alle ore 17,00 presso la sede della Fondazione a palazzo Crema, via Cairoli 13, condurrà l’incontro il Dott. Andrei Bliznukov, storico dell'arte della Fondazione Roberto Longhi di Firenze.

    Le stanze di Gabriele Amadori

    Sala mostre, dal 18 maggio al 2 giugno. Ingresso libero

    Nato a Ferrara, Gabriele Amadori ha mantenuto per tutta la vita forti legami con la città e la sua comunità artistica. La mostra è composta da tele di grandi dimensioni realizzate da Amadori nel corso di concerti live con famosi musicisti contemporanei. Fin dal primo incontro con Demetrio Stratos e grazie alla sua affine ricerca di “cantare la voce per vedere il suono”, Amadori ha infatti voluto rappresentare sulle sue tele questa sinestesia. Ma è durante le innumerevoli performance, presentate dalla seconda metà dagli anni ’70, che l’artista riesce ad indagare in profondità la reciprocità tra immagine e suono, dando vita a dipinti di largo formato seguendo o dettando il ritmo di uno o più musicisti accanto a lui. Nelle sue “music action painting” Amadori converte le astrazioni musicali in materia, movimento, colore cangiante, strato su strato, realizzando un’esperienza che a molti sembrerebbe impossibile: la trasformazione apparentemente “spontanea” della tela sotto le pennellate che diventano movimento, le ondate melodiche accompagnate dai suoi gesti che danno forma ai sogni.

    Vinetica. AIS Emilia e solidarietà. Banchi d'assaggio e degustazioni guidate di Champagne

    Sabato 4 maggio, dalle ore 10,30 alle ore 18,30

    Grazie alla presenza di ben 35 Maison l’evento sarà tra i più rilevanti sul tema Champagne mai realizzati nella nostra regione: per ognuno dei 35 banchi di assaggio, un Sommelier racconterà lo champagne in degustazione. Saranno inoltre presenti prodotti tipici del territorio Emiliano-Romagnolo, come le ostriche di Goro, il pane ferrarese, il Parmigiano Reggiano stagionato 24 mesi prodotto con il latte delle pregiate vacche rosse e l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena.

    L’ingresso a palazzo per le degustazioni sarà ad offerta libera (minimo € 20) e l'intero ricavato sarà devoluto a sostegno di “Fondazione ADO Onlus” per l’attività di assistenza domiciliare oncologica e di “Associazione Giulia Onlus” per il progetto di oncologia e psico-oncologia pediatrica. Fondazione Carife e AIS infatti, mediante la realizzazione di eventi di fundraising come "Vinetica”, intendono aiutare il terzo settore per il perseguimento di importanti progetti di assistenza e solidarietà.

    Al lavoro, nella memoria di una grande Presenza

    Mercoledì 1 maggio, dalle ore 15,00 alle ore 21,30

    In occasione della Festa del Lavoro, la Fondazione Enrico Zanotti propone "Al lavoro, nella memoria di una grande Presenza", una giornata di appuntamenti per festeggiare insieme il 1° Maggio Cristiano. L'evento è stato organizzato dalla Fondazione Enrico Zanotti in collaborazione con il Museo della Cattedrale, il Centro Culturale L'Umana Avventura, l'Associazione Genitori Luigi e Zelia Martin, il Centro di Solidarietà e Carità, il Ce.di.S e la Federazione CDS con il sostegno di Fondazione Carife e il patrocinio del Comune Di Ferrara.

    L'intero evento ha lo scopo di raccogliere fondi per l'attivazione di percorsi di inserimento lavorativo per i più giovani, fruibili in realtà del Terzo Settore del territorio ferrarese.

    Il Conservatorio a palazzo

    Tre concerti: 3, 10 e 17 aprile, tutti alle ore 17

    Per il terzo anno consecutivo Spazio Crema apre le porte agli studenti del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara, con tre concerti che si svolgeranno in aprile a Palazzo Crema, in via Cairoli 13 a Ferrara. Il ciclo di appuntamenti musicali inizia mercoledì 3, il secondo appuntamento sarà il 10 mentre quello conclusivo si terrà il 17 aprile. I concerti, tutti a ingresso libero, avranno inizio alle ore 17.

    L’idea della rassegna nasce da un lato per incentivare in città le esibizioni degli allievi del Conservatorio, ancora in corso o appena diplomati, dall’altro per far scoprire alla cittadinanza il loro talento attraverso i brani di differenti compositori che hanno segnato indelebilmente la storia della musica. Come nello spirito stesso del Conservatorio, la rassegna musicale coinvolgerà anche alcuni docenti, che attraverso la loro professionalità spiegheranno le opere in programma, per farle scoprire ai neofiti e al contempo regalare alcune curiosità ai più esperti.

    Il ritratto di Alfonso I del Metropolitan Museum già attribuito a Tiziano: il nuovo Apelle tra il duca e l’imperatore Carlo V

    Mercoledì 6 marzo alle ore 17,00

    Tra il 1532 e il 1533 Ferrara e il duca Alfonso I d'Este si trovano al centro di una vera e propria “razzia” di capolavori perpetrata dall'imperatore Carlo V in occasione del suo secondo viaggio in Italia. Ingolosito dai racconti di Tiziano, del quale ha appena conosciuto e apprezzato le doti a Mantova, l’Asburgo costringe il duca estense a cedergli le opere che il Vecellio aveva dipinto qualche tempo prima. Tra questi, il famoso primo Ritratto di Alfonso I eseguito attorno al 1523, considerato uno dei capolavori della ritrattistica tizianesca, andato perduto ma che conosciamo da una replica custodita al Metropolitan Museum di New York. La conferenza del Dott. Giovanni Sassu, storico dell'arte curatore dei Musei di Arte Antica e del Museo della Cattedrale di Ferrara, ricostruirà queste vicende, evidenziando come questo “dono forzato” sia intimamente connesso a molteplici storie, alcune extra artistiche: la nascita del cosiddetto "State Portrait", la terza edizione del Furioso, i tentativi di pacificare la Cristianità, la lotta contro il pericolo Ottomano di Solimano il Magnifico. Infine, ci si interrogherà sull’autore della bellissima replica che ci trasmette le sembianze del capolavoro.

    Concorso Nazionale di Scultura "Premio De aqua et terra", del Consorzio di Bonifica "Pianura di Ferrara"

    Mercoledì 13 febbraio alle ore 17,30

    Nell'ambito de "I mercoledì della bonifica", incontro con Michelangelo Galliani, vincitore della prima edizione del Concorso Nazionale di Scultura "Premio De aqua et terra", bandito dal Consorzio di Bonifica "Pianura di Ferrara". L'artista reggiano illustrerà “Il Nocchiere”, opera di sicuro impatto visivo e straordinaria forza evocativa, composta di 3 elementi: una figura femminile, un’imbarcazione e un carico di merci.
    L’opera è stata installata nella prima di 10 piazzole, in un percorso all’aperto dell’ottocentesco impianto idrovoro di Marozzo, oggi destinato ad Ecomuseo della Bonifica affinché, mediante il linguaggio plastico della scultura, il visitatore possa essere accompagnato in modo unico ed emozionale attraverso il paesaggio e la sua storia idraulica che nel tempo ha plasmato il territorio, consegnandoci questa nuova terra.

    "DALL’OPERA AL CONTESTO. UN FOCUS SU CINQUE CAPOLAVORI DELL’ARTE FERRARESE"

    Le due Muse dello studiolo di Belfiore nella Pinacoteca Nazionale di Ferrara

    Mercoledì 06 febbraio alle ore 17,30

    Le due tavole della Pinacoteca Nazionale di Ferrara raffiguranti la Musa Erato (?) e la Musa Urania sono state da tempo associate dalla critica alla decorazione dello studiolo nella villa di Belfiore, voluto da Leonello d’Este nel 1447 e completato dal fratello Borso dopo il 1460. Nel corso della conferenza si cercherà di ricostruire il contesto del cantiere di Belfiore attraverso una rilettura dei documenti d’archivio e delle fonti letterarie, per poi passare all’analisi iconografica e formale delle due Muse Strozzi Sacrati e al loro confronto con le altre tavole che si ritengono aver fatto parte della serie.

    Mercoledì 6 febbraio alle ore 17,30 presso la sede della Fondazione a palazzo Crema, via Cairoli 13, condurrà l’incontro il Dott. Marcello Toffanello, responsabile delle collezioni dal 1300 al 1600 delle Gallerie Estensi di Modena, Sassuolo e Ferrara, nonchè curatore del riallestimento della Pinacoteca Nazionale di Palazzo dei Diamanti e della mostra “Cantieri paralleli”, incentrata sulle due Muse Strozzi Sacrati.

  •  

     

    Conferenze, concerti e conversazioni sull’alimentazione, finalizzati alla diffusione di uno stile alimentare sano e alla valorizzazione della cultura e dei prodotti del territorio ferrarese

     

     

     

  • Iscriviti alla newsletter

    Sei hai dei dubbi scrivici o chiamaci !

    TUTTI GLI EVENTI SONO AD INGRESSO LIBERO E GRATUITO

    Via Cairoli 13, Ferrara
    0532 205091
  • Con il patrocinio